Vai al contenuto principale
17 Novembre 2017

Gioco d'azzardo, in Piemonte misure più restrittive dal 20 novembre

 

Gioco d'azzardo, in Piemonte misure più restrittive dal 20 novembre

Entro il 20 novembre p.v., le tabaccherie, gli esercizi pubblici, commerciali e circoli privati, che al loro interno hanno apparecchi da  gioco,  sono chiamati ad adeguarsi alla legge regionale 2 maggio 2016, n. 9, in particolar modo all’art 13 la norma prevede che non sarà più consentito mantenere collocati apparecchi per il gioco, di cui all’art. 110 comma 6 e 7 del TULPS, che si trovano ad una distanza, misurata in base al percorso pedonale più breve entro un raggio di 500 metri, per i comuni con popolazione superiore a 5000 abitanti,  e di 300 metri per i comuni sino a 5000 abitanti da:

 

 

 

- istituti scolastici di ogni ordine e grado
- centri di formazione per giovani
- luoghi di culto                        
- impianti sportivi
- ospedali, strutture residenziali o semiresidenziali operanti in ambito sanitario o sociosanitario
- strutture ricettive per categorie protette, luoghi di aggregazione giovanili ed oratori
- istituti di credito e sportelli bancomat
- esercizi di compravendita di oggetti preziosi ed oro usati
- movicentro e stazioni ferroviarie