Vai al contenuto principale

Gruppi

Il gruppo Giovani Imprenditori Artigiani

Il gruppo Giovani Imprenditori Artigiani

LA STORIA

Il Gruppo Giovani imprenditori artigiani di Confartigianato Novara Verbano Cusio Ossola nasce all'inizio degli Anni Novanta, dalla volontà di dare risalto e spazio alle nuove idee proposte dai giovani artigiani, cioè da coloro che hanno meno di 40 anni.

Nel 1992 il gruppo si formalizza e alla presidenza viene eletta Iolanda Saia, grafico pubblicitario di Novara, confermata nell'incarico nel 1994 e nel 1997.

All'assemblea di Baveno, viene designato alla presidenza del Gruppo Michele Giovanardi; Iolanda Saia, insieme a Sabina Giroli ricoprono gli incarichi di vice presidenti.

Il 20 luglio 2001 Michele Giovanardi viene eletto presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confartigianato Piemonte, succedendo a Luca Crosetto.

Daniele Testori affianca dal 2005 il presidente Giovanardi come suo vice.

Nel 2008 Testori diventa – in giugno – componente della Giunta nazionale del movimento, e - in novembre - vicepresidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confartigianato Imprese Piemonte.

Il 6 ottobre 2010 l’assemblea del Gruppo giovani imprenditori elegge Daniele Tesori a Stresa Presidente del gruppo per il successivo quadriennio.

Nel giugno 2015 l'assemblea del Gruppo giovani imprenditori elegge Federico Bonetti Presidente del gruppo per il successivo quadriennio.

L'ATTIVITÀ

Il Gruppo Giovani imprenditori artigiani di Confartigianato Novara Verbano Cusio Ossola dedica la propria attività all'organizzazione di corsi di formazione e di aggiornamento, a promuovere nelle scuole di ogni ordine e grado la conoscenza dell'artigianato e della cultura d'impresa, a sviluppare tutte le istanze che vedono coinvolto l'artigianato e i giovani.

Corsi e iniziative:

1992 - 1993: Corso Artigianato futuro.

1993: Partecipazione e relazione all'Assemblea annuale ordinaria del Gruppo Giovani di Confartigianato (Riccione).

1994: Corso gestionale per imprese artigiane.

1995: Corso di comunicazione e marketing.

1995: Partecipazione e relazione all'Assemblea annuale ordinaria del Gruppo Giovani di Confartigianato (Brescia).

1996: Corso gestionale per imprese artigiane.

1997: Orientamento all’impresa nelle scuole (medie inferiori e superiori).

1998: Orientamento all’impresa nelle scuole (medie inferiori e superiori). Partecipazione al workshop e assemblea annuale del Gruppo nazionale (Cernobbio).

1999: Pubblicazione del volume "Imprenditori di se stessi", a cura di Maria Fiorella Coccolo. Presentazione pubblica alla Sala Borsa di Novara, alla presenza di oltre 400 studenti delle scuole. Conduttore dell'incontro Gianni Riotta, condirettore del quotidiano La Stampa.

2000: Orientamento all’impresa nelle scuole (medie inferiori e superiori).

2001: Partecipazione assemblea nazionale di Lignano Sabbiadoro.

2002: Corso Gestione dell'impresa artigiana (Borgomanero febbraio - aprile 2002).
Seminario su Legge Tremonti (Borgomanero 28 febbraio)
Convegno nazionale sui giovani imprenditori (in collaborazione con Centro studi dell'artigianato piemontese. Novara giugno 2002).

Partecipazione assemblea nazionale di Portonovo di Ancona.


2003: maggio: Assemblea internazionale a Bratislava (Slovenia).
giugno: Assemblea provinciale.
dicembre: Michele Giovanardi, presidente di Confartigianato Giovani Imprenditori Piemonte partecipa alla presentazione a Cuneo della pubblicazione regionale dei Giovani imprenditori sulle pensioni e la previdenza.

2004: febbraio: Partecipazione all’evento formativo di Riccione.
maggio: Partecipazione all’assemblea nazionale di Desenzano del Garda.
giugno: assemblea provinciale.
novembre: i Giovani artigianato adottano sant’Omobono, patrono dei sarti. Cura della pubblicazione Omobono oggi.
dicembre: avvio corso di formazione su Giovani & Impresa (insieme al Gruppo Donne Impresa). Fine corso maggio 2005.

2005: 22 gennaio: Michele Giovanardi, presidente del Gruppo, viene eletto in Giunta nazionale a Roma.
marzo: Partecipazione al progetto ARTigianato sull’Eccellenza artigiana per il settore tessile, insieme al Comune di Oleggio.
maggio: Partecipazione all’evento formativo nazionale di Cesenatico.
25 giugno: Assemblea del gruppo (Tecnoparco del Lago Maggiore, ore 10.30).

2006: maggio: meeting formativo nazionale a Bari.
giugno: assemblea interprovinciale del gruppo a Verbania.
ottobre: assemblea nazionale a Firenze.

2007: febbraio – maggio: corso difesa personale per giovani e donne (Novara).
maggio: meeting formativo nazionale a Vicenza.
giugno: assemblea interprovinciale del gruppo a Novara.
ottobre: partecipazione al progetto ArtigianatOleggio, edizione 2007.
Assemblea nazionale a Firenze.
Presentazione di documento programmatico del Gruppo giovani al Meeting dei funzionari e dirigenti di Confartigianato Imprese Novara Verbano Cusio Ossola.

2008: maggio: meeting formativo nazionale a Parma.
giugno: assemblea interprovinciale del Gruppo.
luglio: Daniele Testori (vicepresidente del gruppo) nominato in Giunta nazionale Giovani Imprenditori.
novembre: Daniele Testori (vicepresidente del gruppo) nominato vicepresidente regionale piemontese Giovani Imprenditori.
Progetto TAU: Percorsi di artigianato e fede nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola (Torino, ottobre 2008; Novara, gennaio 2009).

2009: marzo: assemblea nazionale a Firenze.

STATUTO DEL GRUPPO

Approvato nell'assemblea di Stresa, 27 giugno 2015

ART. 1

Costituzione

In seno a Confartigianato Imprese Piemonte Orientale è costituito il Gruppo Giovani Imprenditori (di seguito Gruppo).

ART. 2

Sede Sede

Il Gruppo ha sede presso Confartigianato Imprese Piemonte Orientale aderente a Confartigianato Imprese nazionale. Sede in via San Francesco d'Assisi, 5/d (NOVARA).

ART. 3

Scopi

Il Gruppo è costituito allo scopo di promuovere le iniziative atte ad approfondire la conoscenza dei problemi economici, sociali, tecnici dell'impresa artigiana, nonché degli aspetti del contesto in cui l'impresa opera, al fine di diffondere la consapevolezza della funzione dell'impresa stessa e dell'imprenditoria privata, nonché dello spirito associativo.
Il Gruppo opera in stretta sinergia e collaborazione con gli altri Gruppi, appartenenti al sistema Confartigianato Imprese e presenti sul territorio ad ogni livello: provinciale, regionale, nazionale, sovranazionale.
Il Gruppo adotta il logo di Confartigianato Giovani Imprenditori nella sua integrità.
Il Gruppo promuove altresì ogni iniziativa che consenta ai giovani di contribuire alla vita di Confartigianato Imprese Piemonte Orientale con apporto di idee e di azioni.

ART. 4

Attività

Al fine di conseguire gli scopi di cui all'articolo precedente, il Gruppo, d'intesa con Confartigianato Imprese Piemonte Orientale, promuove:

  • lo studio di problemi, la divulgazione, il dibattito dei temi che presentino per gli Aderenti un particolare interesse, sia di tipo generale che specifico, appoggiandosi alle iniziative promosse da Confartigianato Imprese Piemonte Orientale;
  • stabilire uno stretto contatto con Gruppi Giovanili similari, allo scopo di conseguire un più vasto scambio di informazioni e di esperienze;
  • la presenza dei componenti del Gruppo alle manifestazioni di Confartigianato Imprese Piemonte Orientale;
  • una attenta e approfondita conoscenza della realtà produttiva artigiana del nostro territorio, in tutta Italia e all'estero, anche attraverso l'organizzazione di visite collettive.

ART. 5

Requisiti per l'appartenenza

Possono essere ammessi al Gruppo gli imprenditori (titolari e soci) i coadiuvanti e i figli di imprenditori operanti in ditte artigiane associate di età tra i 18 ed i 40 anni, compresi.
La ditta di appartenenza deve trovarsi in regolare posizione associativa nei confronti di Confartigianato Imprese Piemonte Orientale.
La permanenza al Gruppo decade al compimento del 40mo anno d'età.
Gli iscritti facenti parte del Consiglio Direttivo, i vicepresidenti ed il presidente rimangono in carica oltre il 40mo anno d'età, sino alla scadenza del loro mandato.
L'ammissione impegna il Socio all'accettazione del presente Regolamento e dello Statuto di Confartigianato Imprese.
Le domande di iscrizione devono essere rivolte al Gruppo.
Tutte le cariche associative del Gruppo sono gratuite.

ART. 6

Organi del Gruppo

Sono organi del Gruppo:
l'Assemblea:
il Consiglio Direttivo;
il Presidente;
i Vice Presidenti;

ART. 7

L'Assemblea

L'Assemblea è costituita da tutti gli aderenti al Gruppo ed è presieduta dal Presidente del Gruppo stesso: in caso di impedimento dal Vice Presidente delegato.
L'Assemblea delibera con la maggioranza semplice dei presenti.
L'Assemblea svolge i seguenti compiti:

  • elegge il Consiglio Direttivo (possono essere eletti prevalentemente i soci imprenditori, cioè i titolari e i soci di imprese associate a Confartigianato Imprese Piemonte Orientale) con le modalità di cui al presente Regolamento, tranne uno dei suoi componenti che viene designato dalla Giunta Sindacale di Confartigianato Imprese Piemonte Orientale;
  • ratifica il programma annuale del Gruppo e indica le direttive ritenute più opportune per lo svolgimento dell'attività del Gruppo;
  • approva lo Statuto del Gruppo e delibera sulle sue eventuali modificazioni.
  • L'Assemblea deve riunirsi, almeno una volta all'anno, in via ordinaria entro il 31/12 e può essere convocata in via straordinaria ogni qualvolta il Consiglio Direttivo lo deliberi o quando sia fatta richiesta da almeno 2/3 dei componenti del Gruppo.
  • La convocazione viene effettuata con avviso da spedirsi con almeno 5 giorni di preavviso.
  • L'avviso della convocazione deve contenere le indicazioni del luogo, del giorno, dell'ora della riunione e degli argomenti all'ordine del giorno.
  • Gli aderenti possono farsi rappresentare in Assemblea da un altro aderente mediante apposita delega in calce all'invito di convocazione, ma ciascun componente (invece di iscritto) non può rappresentare più di due iscritti.

ART. 8

Il Consiglio Direttivo

L'elezione è subordinata alla verifica della piena rispondenza dei candidati ad una rigorosa e sostanziale aderenza ad ineccepibili comportamenti personali, professionali e associativi, nonché alla disponibilità alla partecipazione dell'attività del Gruppo.
Il Consiglio Direttivo è composto da membri eletti e membri nominati:
i membri eletti -fino a un numero massimo di 14 – sono eletti dall’assemblea che li sceglie prevalentemente fra i componenti imprenditori (soci e titolari di impresa associata a Confartigianato Imprese Piemonte Orientale);
i membri nominati sono uno, designato dalla Giunta di Confartigianato Imprese Piemonte Orientale.
Il Consiglio direttivo così composto rimane in carica 4 anni.
Ciascun consigliere elettivo dura in carica 4 anni e può essere rieletto per non piu’ di due mandati consecutivi.
Essi durano in carica fino al compimento del mandato indipendentemente dai limiti d'età.
Il Consiglio è presieduto dal Presidente del Gruppo, che lo convoca ogni qualvolta lo ritenga necessario o quando ne faccia richiesta un terzo dei Componenti.
Il Consigliere che non presenzi a tre riunioni consecutive del Consiglio oppure alla metà delle riunioni di ogni anno di carica, viene considerato dimissionario, salvi i casi di comprovata forza maggiore.
Il Consiglio Direttivo svolge i seguenti compiti:

  • attua le disposizioni decise dall'Assemblea nel quadro degli scopi previsti dall'art.3;
  • elegge, scegliendo fra i propri membri di nomina assembleare, il Presidente e due Vice Presidenti;
  • esamina le domande di iscrizione al Gruppo e delibera in ordine alle stesse, d'accordo con la Direzione di Confartigianato Imprese Piemonte Orientale, e determina le eventuali cessazioni di appartenenza al Gruppo;
  • nomina commissioni di studio sui problemi di cui all'art. 3;

I nominati si impegnano a:

  • assumere gli incarichi per spirito di servizio verso gli associati ed il mondo esterno senza avvalersene per vantaggi diretti o indiretti;
  • seguire le direttive di Confartigianato Imprese Piemonte Orientale, contribuendo al dibattito nelle sedi proprie, ma mantenendo l'unità del sistema verso il mondo esterno;
  • coinvolgere effettivamente gli Organi decisionali di Confartigianato Imprese Piemonte Orientale per una gestione partecipata e aperta alle diverse istanze;
  • gli incaricati provvederanno a riferire in Sede di Consiglio Direttivo su tutto ciò che sarà di loro specifica competenza, allo scopo di un necessario ed opportuno coordinamento dei compiti affidati.

I sopracitati incarichi decadono con la scadenza del mandato del Presidente in carica all'atto dell'affidamento.
Il Consiglio Direttivo delibera a maggioranza dei voti; in caso di parità o prevale il voto del Presidente.

ART. 9

Composizione del Consiglio Direttivo

Il Consiglio Direttivo è composto da:

  • Presidente;
  • due Vice Presidenti;
  • un numero di consiglieri eletti fino a un massimo di 11 (rimando all’art. 8);
  • un consigliere nominato da Confartigianato Imprese Piemonte Orientale.

Il Segretario del Consiglio Direttivo è il Direttore di Confartigianato Imprese Piemonte Orientale o un suo delegato.

ART. 10

Elezione del Presidente

Il Consiglio Direttivo elegge nel proprio ambito il Presidente e i Vice Presidenti.

ART. 11

Presidente

Il Presidente svolge i seguenti compiti:

  • coordina, propone e raccoglie le proposte dei membri del Consiglio Direttivo e dell'Assemblea per la stesura annuale del programma di attività;
  • convoca, previa consultazione con il Consiglio Direttivo, le Assemblee Generali e le presiede;
  • convoca e presiede le riunioni del Consiglio Direttivo; provvede all'esecuzione delle delibere del Consiglio Direttivo.

Egli dura in carica quattro anni e può essere rieletto per un massimo di due mandati consecutivi.
In caso di assenza o di impedimento è sostituito dal Vice Presidente più anziano in carica

ART. 12

I Vice Presidenti

I Vice Presidenti vengono eletti nell'ambito del Consiglio Direttivo.
Affiancano il Presidente per il conseguimento degli scopi del Gruppo.

ART. 13

Modifiche

Eventuali modifiche del presente Statuto sono deliberate dall'Assemblea convocata ai sensi dell'art. 7.

Art. 14

Rinvio allo Statuto di Confartigianto Imprese Piemonte Orientale Piemonte Orientale

Per quanto non previsto dal presente Regolamento si fa riferimento alle norme contenute nello Statuto di Confartigianato Imprese Piemonte Orientale e del Codice Civile.

GLI ORGANI

Direttivo Giovani Imprenditori (2015-2018)

Presidente: FEDERICO BONETTI
Vicepresidente: FEDERICA PACE
Vicepresidente: CHIARA LAGOSTINA
Consigliere: KATIA ZANETTI
Consigliere: SIMONE CAPRA
Consigliere: GLORIA FERRARI
Consigliere: CARLO BAROLI
Consigliere: MICHELE GIOVANARDI

CONTATTI REGIONALI E NAZIONALI

Il Gruppo Giovani imprenditori artigiani di Confartigianato Novara Verbano Cusio Ossola opera in stretto contatto con il Gruppo Giovani imprenditori artigiani di Confartigianato Piemonte e di Confartigianato nazionale.

Email: giovani.imprenditori@artigiani.it