Vai al contenuto principale
23 Marzo 2017

“No ad uno sciopero controproducente, pronti a trovare soluzioni d’intesa con il Ministero”

 

“No ad uno sciopero controproducente, pronti a trovare soluzioni d’intesa con il Ministero”

In merito alla notizia di un fermo dei taxi, in programma domani, 23 marzo, Confartigianato Taxi ribadisce che assumere una decisione di fermo del servizio taxi ancor prima di verificare il mantenimento o meno dell’impegno da parte del Governo sulla riscrittura dei principi della legge delega è da considerarsi, in questa fase controproducente.

 

Una posizione condivisa con le Associazioni Nazionali della Cooperazione, dell’Artigianato e del Commercio “Auspichiamo – confermano unitariamente le associazioni - che il MISE rispetti l’intesa del 21 febbraio e gli obbiettivi in esso contenuti, pur consapevoli dei tempi ristretti in esso indicati, considerato inoltre che i lavori non sono ancora iniziati … Le Associazioni della Cooperazione, dell’Artigianato e del Commercio si impegnano, come richiesto dal Ministero, a presentare le proposte di revisione normativa che garantiscano il rispetto dei capisaldi dell’attuale normativa e ribadiscono inoltre la loro disponibilità, una volta approvato il testo di legge delega, ad incontrare i tecnici del MIT per predisporre le basi della normativa di settore”.