Vai al contenuto principale
27 Giugno 2015

Baveno: assemblea di Confartigianato Imprese Piemonte Orientale

 

Baveno: assemblea di Confartigianato Imprese Piemonte Orientale

Meno tasse, meno tasse, e ancora meno tasse. E una società in cui sia facile vivere e intraprendere. Lo ha chiesto il presidente di Confartigianato Imprese Piemonte Orientale, Michele Giovanardi, aprendo oggi a Baveno i lavori dell’assemblea annuale ordinaria dell’associazione, una assemblea importante che cade nell’anno in cui si celebra il settantesimo di fondazione dell’associazione, nata nel giugno 1945 a Novara.

E la ripresa?  “Una assemblea, la nostra, che cade in un momento in cui i segnali di ripresa sembrano non consolidarsi e scontiamo per un altro anno un situazione drammatica che ha distrutto centinaia di imprese e bruciato oltre tremila posti di lavoro nell’artigianato delle nostre province” ha detto il presidente Giovanardi.

 “Le imprese artigiane, le piccole imprese, resistono nonostante tutto e tutti, ma scontano una tassazione elevatissima e una burocrazia opprimente: oggi, a distanza di sette decenni dalla nostra fondazione guardiamo con rinnovata attenzione e fiducia proprio al nostro ruolo di associazione di categoria, radicata sul territorio e vicina alle imprese e alle persone” ha affermato ancora Giovanardi.

Nel corso dell’assemblea di Baveno, in apertura vi è stato il saluto del Sindaco di Baveno Maria Rosa Gnocchi. Particolarmente apprezzato l’intervento di teatro civile dell’attrice Tiziana Di Masi, che ha interpretato un estratto da “Tutto quello che sto per dirvi è falso”, spettacolo teatrale di Andrea Guolo dedicato al tema attuale della lotta alla contraffazione.

Un momento particolarmente toccante è stato quello del ricordo del presidente Francesco Del Boca e del dirigente Giancarlo De Console Baldino, recentemente scomparsi alla memoria dei quali è stata predisposta una targa commemorativa, consegnata ai famigliari.

Nel corso dell’assemblea, una parte importante è stata dedicata alle premiazioni. I Premi Artifex, istituiti nel 2005 per persone e istituzioni che interpretino nel proprio ambito i valori propri dell’artigianato, sono stati assegnati come segue: per il Sociale a Mario Esposito, Presidente Lions Club Borgomanero Cusio; per il Territorio Maria Rosa Fagnoni, Presidente ATL- Agenzia Turistica Locale di Novara; per l’Economia e il Lavoro Daniele Fuselli, Professore docente di Discipline tecniche.

Premiazione anche per una neo impresa, con riconoscimento promosso dal Lions Club Borgomanero Cusio, che – in collaborazione con Confartigianato Imprese Piemonte Orientale – ha assegnato un server dell’annata Lionistica 2014/15 a una persona over quarantenne, residente nel territorio del Borgomanero Cusio che, avendo perso il lavoro, vista la difficoltà di reinserimento, ha deciso di intraprendere la strada dell’imprenditorialità costituendo una nuova impresa. Si tratta di Monteleone e figlio lavori edili di Monteleone Aldo, di Prato Sesia.

Riconoscimenti a tre figli di artigiani (Cristina Viviana Zonca, Enrico Leonardi ed Elisa Medina) e a due neolaureate (Monica Basilicata e Monica Garavaglia) con le Borse di Studio e Premi di Laurea intitolati a Remo Zanetta e Franco Panarotto.

Per la Premiazione Fedeltà alla Associazione, 69 riconoscimenti per gli imprenditori che hanno maturato 35 anni, 50 e 51 anni di iscrizione; 3 riconoscimenti per i delegati comunali dell’associazione con 20 anni di anzianità nel ruolo e uno per un delegato comunale con 27 anni di anzianità; infine, i collaboratori con 20 anni e 35 anni di servizio, con 6 riconoscimenti complessivi.

I lavori assembleari sono stati moderati da Andrea Dallapina, direttore di Eco Risveglio.


Galleria Fotografica


File allegati


Torna a tutte le news