Vai al contenuto principale
12 Agosto 2020

EBAP: il welfare degli artigiani. Tutti i contributi per le famiglie

EBAP: il welfare degli artigiani. Tutti i contributi per le famiglie

Spese per la scuola e l’università dei figli e per l’acquisto di occhiali, un sostegno alle famiglie con un disabile o un anziano non autosufficiente, un aiuto ai neo genitori: è il welfare dei lavoratori e dei titolari delle imprese artigiane promosso dall’Ebap, l’ente bilaterale piemontese.  Le somme vengono stanziate alle famiglie con un Isee non superiore ai 35 mila euro, ogni nucleo può presentare più domande, che sono cumulabili tra loro. La richiesta va presentata entro il 31 marzo in relazione ad eventi e spese sostenute nell’anno precedente di cui è necessario conservare ogni documentazione.  

Per informazioni è possibile scrivere una mail all’Ebap del proprio bacino (novara@ebap.piemonte.it; vercelli @ebap.piemonte.itverbania@ebap.piemonte.it). Ulteriori dettagli e i moduli per le richieste si trovano  sul sito Epab alla pagina dedicata al welfare.Confartigianato Imprese Piemonte Orientale è a disposizione per fornire informazioni e supporto nella presentazione delle domande.

L’erogazione del contributo avverrà fino a capienza dei fondi stanziati. Le pratiche verranno protocollate secondo l’ordine cronologico di spedizione (data pec o timbro postale della raccomandata a/r) e i contributi verranno erogati secondo le graduatorie stilate, ad insindacabile giudizio del Comitato Tecnico regionale EBAP–Sostegno al Reddito, in base alla data di invio e, per più richieste inviate nella stessa data, partendo dall'indice ISEE più basso. Non è possibile presentare ricorso alcuno rispetto a tali graduatorie. Le prestazioni verranno erogate esclusivamente a soggetti in forza in imprese artigiane (esclusa edilizia) aderenti all'EBAP ed in regola con i versamenti relativi alle 12 mensilità precedenti alla data della spesa sostenuta per la quale viene chiesto il sussidio. In caso di più documenti di spesa verrà considerato il documento più recente.

 

Opzioni per i dipendenti

ISTRUZIONE  DEI FIGLI

a) Sussidio per frequenza asili nido: fino a 700 euro per ogni figlio.
b) Sussidio per studi universitari: fino a 500 euro per ogni figlio. La prestazione è estesa agli studenti-   lavoratori delle imprese artigiane aderenti all’EBAP, compresi titolari, soci e coadiuvanti (sono esclusi gli studenti fuori corso).
c) Sussidio per testi scolastici (scuola media inferiore e superiore): fino a 350 euro per ogni figlio. La prestazione è estesa agli studenti-lavoratori delle imprese artigiane aderenti all’EBAP, compresi titolari, soci e coadiuvanti.
d) Sussidio per partecipazione a centri estivi (figli minori): fino a 250 euro per ogni figlio.
e) Sussidio per trasporto scolastico (scuola superiore): fino a 100 euro per ogni figlio in caso di trasporto urbano, fino a 200 euro per ogni figlio in caso di trasporto extraurbano.
f) Sussidio per mensa scolastica (scuola dell’obbligo): fino a 200 euro per ogni figlio.
g) Conseguimento diploma scolastico (scuola secondaria di secondo grado o diploma professionale conseguito presso strutture pubbliche o parificate):  1000 euro di contributo una tantum.
h) Conseguimento di Laurea Triennale (titolo conseguito in strutture pubbliche o riconosciute dall'ordinamento pubblico): 1500 euro una tantum.
i) Conseguimento di Laurea Magistrale (titolo conseguito in strutture pubbliche o riconosciute dall'ordinamento pubblico): 2.000 euro contributo una tantum.
   
 ACQUISTO LENTI GRADUATE
j) Sussidio per acquisto lenti graduate correttive per variazione visus dichiarata: contributo pari al 50% del costo sostenuto per n.2 lenti graduate correttive per occhiali e per lenti a contatto graduate correttive anche del tipo “usa e getta”   per un massimo di n. 2 prestazioni per nucleo famigliare di cui ciascuna entro il limite di 150 euro/prestazione (max 300 euro).
    
SOSTEGNO ALLA PERSONA
k) Contributo per nuclei familiari con disabili minori: alla famiglia in cui vi sia un componente di età fino a 12 anni disabile ex art. 3 comma 1 L. 104/92, certificato, è riconosciuto un contributo fisso pari a 80 euro netti per ciascuna giornata nella quale il minore è sottoposto a visita medica, per massimo di 5 visite, con un importo massimo annuo erogabile pari a 400 euro per nucleo familiare.
l) Contributo per nuclei familiari con genitori riconosciuti “non autosufficienti”:  è riconosciuto un contributo fisso pari a 500 euro.
m) Bonus natalità e adozione: contributo fisso pari a 700 euro per i dipendenti che usufruiscono del congedo parentale facoltativo per un periodo superiore a tre mesi anche non continuativo.
n) Contributo per superamento periodo di comporto per gravi patologie: contributo una tantum pari a 1.000 euro riconosciuto ai dipendenti con gravi patologie che superano il periodo di comporto mantenendo la conservazione del posto di lavoro così come previsto dai CCNL.

Opzioni per i titolari, soci e coadiuvanti

ISTRUZIONE  DEI FIGLI

a) Sussidio per frequenza asili nido: fino a 700 euro per ogni figlio.

b) Sussidio per studi universitari: fino a 500 euro per ogni figlio. La prestazione è estesa agli studenti-   lavoratori delle imprese artigiane aderenti all’EBAP, compresi titolari, soci e coadiuvanti (sono esclusi gli studenti fuori corso).

c) Sussidio per testi scolastici (scuola media inferiore e superiore): fino a 350 euro per ogni figlio. La prestazione è estesa agli studenti-lavoratori delle imprese artigiane aderenti all’EBAP, compresi titolari, soci e coadiuvanti.

d) Sussidio per partecipazione a centri estivi (figli minori): fino a 250 euro per ogni figlio.

ACQUISTO LENTI GRADUATE

e) Sussidio per acquisto lenti graduate correttive per variazione visus dichiarata: contributo pari al 50% del costo sostenuto per n.2 lenti graduate correttive per occhiali e per lenti a contatto graduate correttive anche del tipo “usa e getta”   per un massimo di n. 2 prestazioni per nucleo famigliare di cui ciascuna entro il limite di 150 euro/prestazione (max 300 euro).

SOSTEGNO ALLA PERSONA

f) Contributo per nuclei familiari con disabili minori: alla famiglia in cui vi sia un componente di età fino a 12 anni disabile ex art. 3 comma 1 L. 104/92, certificato, è riconosciuto un contributo fisso pari a 80 euro netti per ciascuna giornata nella quale il minore è sottoposto a visita medica, per massimo di 5 visite, con un importo massimo annuo erogabile pari a 400 euro per nucleo familiare.

g) Contributo per nuclei familiari con genitori riconosciuti “non autosufficienti”:  è riconosciuto un contributo fisso pari a 500 euro.

h) Bonus natalità e adozione per titolari imprenditrici: contributo fisso pari a 700 riconosciuto alle titolari imprenditrici.

 


Torna a tutte le news