Vai al contenuto principale
13 Luglio 2016

CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER LE AZIENDE DELL’AGROINDUSTRIA

 

CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER LE AZIENDE DELL’AGROINDUSTRIA

Beneficiari

Le imprese industriali attive nel settore della trasformazione e commercializzazione dei prodotti dell’agricoltura, della zootecnica, del lattiero-caseario, dell’ortofrutta, del vitivinicolo (esclusi i prodotti della pesca) operative nella Regione Piemonte. Per accedere agli aiuti, almeno il 66% della materia prima trasformata e commercializzata dall’impresa deve essere di provenienza extra aziendale.

Obiettivi e finalità

Obiettivi della misura sono quelli dell’innovazione, dell’ambiente e delle energie alternative e più precisamente:

  • Investimenti di carattere innovativo sia sotto il profilo del prodotto, del processo e dell’organizzazione aziendale;
  • Iniziative che concorrono alla tutela ed al miglioramento dell’ambiente come ad esempio gli investimenti per il trattamento delle acque reflue;
  • Investimenti per la migliore gestione delle risorse idriche, il risparmio energetico, la produzione di energia da fonti rinnovabili ed il contenimento delle emissioni in atmosfera.

Inoltre, gli investimenti, possono contribuire al riequilibrio economico-territoriale delle zone rurali attraverso la creazione ed il mantenimento di post di lavoro.

 

Investimenti ammissibili

Sono ammessi i seguenti investimenti:

  • Investimenti rivolti all’introduzione di nuovi prodotti, di nuovi processi, di tecnologie innovative, a rispondere a nuove opportunità di mercato, alla sicurezza alimentare, alla tracciabilità, alla tutela ambientale (per il risparmio idrico e per il trattamento delle acque reflue), all’aumento di sicurezza nei luoghi di lavoro;
  • Investimenti per rendere più efficace l’uso dell’energia (investimenti per il risparmio energetico);
  • Investimenti per l’approvvigionamento e l’utilizzo di fonti di energia rinnovabili, sottoprodotti, materiali di scarto e residui ed altre materie grezze non alimentari nelle industrie di trasformazione dei prodotti agricoli food e no food ai fini di autoconsumo.

 

Spese ammissibili

Sono ammissibili le seguenti spese:

  • Costruzione e ristrutturazione di immobili aziendali;
  • Acquisto di impianti, macchinari ed attrezzature nuovi;
  • Acquisto di immobili, a condizione che si dimostri che la convenienza economica dell’operazione rispetto alla costruzione ex novo ed a condizione che l’immobile sia destinato ad una sostanziale trasformazione e che non abbia già fruito di finanziamenti pubblici. In ogni caso, la spesa ammissibile per l’acquisto non può superare il 15% delle spese ammissibili.

Sono ammissibili all’aiuto, fino ad un massimo del 12% del valore degli investimenti materiali ammessi, i seguenti costi fatturati per investimenti immateriali, connessi agli investimenti di cui ai punti precedenti:

  • Spese generali, come onorari di progettisti e consulenti;
  • Studi di fattibilità del progetto presentato;
  • Acquisto di brevetti e licenze;
  • Sviluppo ed acquisizione di programmi informatici;
  • Spese per la concessione di garanzie.

 

Agevolazione

Contributo pari al 40% della spesa ritenuta ammissibile

 

Tempistiche

Scadenza presentazione delle domande: 30 settembre 2016.

 

Maggiori dettagli ed informazioni sul bando e per ogni ulteriore necessità e/o per manifestazioni di interesse in merito al provvedimento potete contattare:

Provincia di Novara: Maurizio Cerutti  331 6144673  e-mail      maurizio.cerutti@artigiani.it

Provincia VCO: Alberto Grossetti  348 4335958  e-mail            alberto.grossetti@artigiani.it