Vai al contenuto principale
31 Ottobre 2014

BANDO INAIL FIPIT

 

BANDO INAIL FIPIT

(pubblicato sulla G.U.R.I., parte prima, serie generale, n.165)
Bando per il sostegno al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza sul lavoro, con particolare riferimento alla innovazione tecnologica.

30 milioni di euro per piccole e micro imprese per la realizzazione di progetti di innovazione tecnologica per impianti, macchinari e attrezzature finalizzati al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

BENEFICIARI

Le piccole e micro imprese* italiane – anche quelle individuali – iscritte alla Camera di commercio operanti nei settori dell'agricoltura, dell'edilizia e dell'estrazione e lavorazione dei materiali lapidei, tre comparti i cui indici infortunistici presentano valori tra i più elevati sia in termini di frequenza che di gravità. Particolare attenzione è stata rivolta, infatti, ai rischi connessi all'uso dei trattori agricoli o forestali nel settore agricolo, alla movimentazione manuale dei carichi e/o di caduta dall'alto nei cantieri temporanei e mobili nel settore dell'edilizia e all'esposizione a rumore e/o a polveri e alla movimentazione manuale dei carichi nel settore di estrazione e lavorazione dei materiali lapidei.

* definizione piccola impresa: < 50 occupati e fatturato annuo oppure un totale di bilancio annuo non superiore a 10 milioni di euro
definizione microimpresa: < 10 occupati e fatturato annuo oppure un totale di bilancio annuo non superiore a 2 milioni di euro.
I due requisiti sono cumulativi.
(Definizione prevista dalla normativa comunitaria)

FINANZIAMENTI A DISPOSIZIONE

Per il 2014 il bando Fipit mette a disposizione 30 milioni di euro ripartiti tra i tre settori di attività:

• 15.582.703 di euro per il finanziamento dei progetti del settore agricoltura
• 9.417.297 di euro per il finanziamento dei progetti del settore edilizia
• 5.000.000 di euro per il finanziamento dei progetti del settore estrazione e lavorazione dei materiali lapidei.

Importo ripartito a livello regionale.

AgricolturaCostruzioniLapidei
Piemonte € 979.606,00€ 581.449,00€ 296.184,00


Il contributo massimo per ciascuna impresa non può superare l'importo di 50.000,00 euro, mentre quello minimo ammissibile è pari a 1.000,00 euro.

Per tutti il contributo sarà in conto capitale, potrà coprire fino al 65% dei costi documentati al netto dell'Iva.

L'impresa, il cui progetto comporti un contributo di ammontare pari o superiore a € 15.000, può richiedere un'anticipazione fino al 50% dell'importo del contributo stesso.

Sei mesi il termine massimo per la realizzazione dei progetti.

La domanda per l'accesso ai finanziamenti deve essere presentata in modalità telematica, con successiva conferma tramite Posta elettronica certificata, come specificato nei Bandi regionali/provinciali.

TEMPISTICHE E MODALITA' PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

A PARTIRE DAL 3 NOVEMBRE 2014 FINO ALLE ORE 18 DEL 3 DICEMBRE 2014 le imprese registrate negli archivi Inail avranno a disposizione una procedura informatica che consentirà loro la compilazione della domanda, con le modalità indicate nel Bando.
I Bandi regionali/provinciali con i relativi allegati (tipologie di progetto ammesse) sono pubblicati sul sito dell'INAIL nella sezione: http://www.inail.it/internet/default/INAILincasodi/Incentiviperlasicurezza/BandoFipit/index.html

Prerequisito necessario per accedere alla procedura di compilazione della domanda è che l'impresa sia in possesso di un codice ditta registrato negli archivi INAIL. Le imprese non soggette ad obbligo assicurativo che ne siano sprovviste potranno iscriversi cliccando sull'etichetta “Registrati” collocata in alto a destra nella home page del portale www.inail.it e selezionando la voce “Registrazione utente generico”(https://gestioneaccessi.inail.it/IAA/public/autoregistrazione.action).


DOCUMENTAZIONE A CORREDO DELLA DOMANDA

La domanda di partecipazione, a pena d'esclusione, dovrà essere corredata dai seguenti documenti:
a) dichiarazione rilasciata e redatta, secondo il modulo allegato al Bando, da Ente bilaterale o Organismo paritetico del settore di riferimento che attesti l'efficacia del progetto in termini di replicabilità, ai fini del miglioramento dei livelli di salute e sicurezza dei lavoratori;
b) preventivo/i di spesa contenente/i i costi dettagliati dei singoli interventi;
c) altra eventuale documentazione indicata negli Allegati al presente Bando;
d) solo nel caso in cui si utilizzi la PEC di un intermediario per l'invio del file unico di domanda, copia di un documento di identità in corso di validità del legale rappresentante dell'impresa.

Le domande presentate saranno valutate da parte della Commissione di Valutazione istituita presso ogni Direzione Regionale.

In caso di pari punteggio nell'ultima posizione utile in graduatoria si adottano i seguenti criteri:
minore età legale rappresentante
minore fatturato
possesso rating di legalità per le imprese con fatturato superiore a 2 milioni di euro

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammesse a contributo devono essere riferite a progetti non realizzati e non in corso di realizzazione alla data di pubblicazione del presente Bando.

Gli uffici di Confartigianato rimangono a disposizione per ulteriori chiarimenti e per la redazione dell'istruttoria.
Rif. Sicurezza e Ambiente:0321-661111 0323-869711
sicurezza.ambiente@artigiani.it

In allegato informazioni specifiche su tipologie di interventi finanziabili.

- Settore agricoltura
- Settore edilizia
- Settore lapideo