Vai al contenuto principale
30 Novembre 2017

Autotrasporto: Resoconto incontro Governo - Associazioni di categoria

 

Autotrasporto: Resoconto incontro Governo - Associazioni di categoria

Si è tenuto ieri il 29 novembre 2017 al Ministero Infrastrutture e Trasporti l'incontro convocato dal Capo di Gabinetto del Ministro Delrio, Mauro Bonaretti, dopo le reiterate richieste delle Associazioni di Unatras per fare il punto sulle problematiche del settore ed avere risposte certe sulle tante difficoltà che vivono le imprese di autotrasporto.

I rappresentanti del Governo e delle Associazioni hanno affrontato l'incontro distinguendo 3 aree di intervento, su cui sono state fornite le seguenti risposte:

- Risorse economiche

Le risorse strutturali per il settore saranno riconfermate nella Legge di Bilancio per il 2018, in discussione in Parlamento, per la quale il Governo si è impegnato a garantire il ripristino dei 50 milioni di euro che un emendamento approvato in Commissione Lavori Pubblici aveva sottratto all'autotrasporto.

Sulla voce spese non documentate, lo stanziamento finale sarà reso noto non appena si conoscerà il tiraggio effettivo della voce dalle dichiarazioni dell'anno precedente, presumibilmente nel mese di maggio, per garantire l'importo dei 51 euro come già avvenuto quest'anno.

Si è inoltre evidenziata la palese discriminazione per cui gli artigiani sono rimasti esclusi dall'ambito di applicazione della definizione di conducente (che invece riguarda solo i dipendenti) sia ai fini della decontribuzione inps per trasporti internazionali sia ai fini del lavoro usurante e gravoso (pensione), dato che gli imprenditori non possono e non debbono essere discriminati anche perché sostengono stress e disagi grandemente superiori.

 

- Contrasto alla concorrenza e al dumping

Vi è la ferma volontà del Governo di difendere l'autotrasporto italiano in Europa e nella discussione sul Pacchetto Mobilità a Bruxelles porterà avanti la posizione concordata con i Paesi della "vecchia Europa" contro la concorrenza sleale dei Paesi dell'est, il cabotaggio abusivo ed il dumping sociale.

In occasione della riunione del Consiglio dei Ministri dei Trasporti europeo, del prossimo 5 dicembre, il Ministro Delrio andrà a sostenere le ragioni dell'autotrasporto italiano contro le ipotesi di liberalizzazione del cabotaggio fatte dalla Commissaria Europea Bulc, ed a tal fine il Ministero dei Trasporti attiverà un tavolo di confronto permanente aperto ai contributi delle associazioni per produrre una posizione ben definita sulle varie tematiche oggetto del Road Package.

Sul fronte interno il Governo sta portando avanti la norma sul divieto di riposo in cabina in Legge di Bilancio, dove è stata inizialmente dichiarata inammissibile ma poi riproposta ed ammessa. Si attende l'iter parlamentare della manovra.

Il Governo si è impegnato a far ritirare il cd. emendamento "Amazon", presentato da alcuni parlamentari PD, che prevedeva la liberalizzazione incontrollata dei trasporti effettuati con veicoli commerciali leggeri, con effetti destabilizzanti la concorrenza nel settore.

- Funzionamento Motorizzazioni

Dopo aver manifestato le perduranti inefficienze degli uffici territoriali, che si riscontrano soprattutto per le revisioni, le associazioni hanno riproposto il tema dell'affidamento dei servizi agli operatori privati, pur mantenendo le funzioni di controllo e supervisione in capo all'Amministrazione, come avviene per i veicoli leggeri.

Sul tema il Capo di Gabinetto, alla presenza dell'Ing. Chiovelli Capo Dipartimento del Ministero dei Trasporti, ha confermato l'impegno del Governo all'assunzione di 270 Ingegneri oltre i 30 già assunti, previsto con norma in Legge di Bilancio per cui vi è la copertura finanziaria, che servirebbe a potenziare gli Uffici per espletare i molteplici compiti che gravano sulle motorizzazioni.

L'Ing. Chiovelli, che ha illustrato la tematica relativa alle Motorizzazioni, ha aperto alla possibilità di affidamento dei processi di revisione agli operatori privati riconosciuti, non appena sarà completato il piano di assunzioni statale e sarà possibile intervenire sulle criticità rimaste.

Così come ha informato che il Ministero sta lavorando sull'allineamento della normativa ATP, valutando come realizzare l'ipotesi proposta da tempo da Confartigianato Trasporti di ritirare le due circolari ministeriali.

E' stato inoltre evidenziato il perdurare delle difficoltà degli operatori dei trasporti eccezionali, che non sono state sanate con l'emanazione della direttiva ministeriale del luglio scorso.

Infine siamo stati informati che il Regolamento Marebonus è in attesa di registrazione alla Corte dei Conti e che sarà istituito un tavolo di lavoro con le associazioni di categoria sulle tematiche "Innovazioni e Sostenibilità" nel settore, alla luce dell'approvazione in Senato della norma sulle Smart Roads.