Vai al contenuto principale
21 Novembre 2016

Contributi a fondo perso per innovazione, ricerca e sviluppo alle aziende 4.0 del Piemonte Orientale

Giovedì 24 novembre alle ore 17, nella sala dell’oratorio parrocchiale in viale Dante 24/c a Borgomanero appuntamento con i Grandi Temi di Confartigianato. Tema sarà le opportunità del programma Industria 4.0. Il programma dell’incontro è il seguente:

Ore 17:00 Registrazione dei partecipanti

Ore 17:20 Inizio evento Michele Giovanardi - Saluti Presidente Confartigianato Imprese Piemonte Orientale

17:30 Il nuovo bando Regionale “POLI DI INNOVAZIONE” Pasquale Marasco, Polo ICT, Fondazione Torino Wireless

17:50 Il programma nazionale industria 4.0: le agevolazioni per le imprese. Marcello Tadini - Piercarlo Rossi - Università Piemonte Orientale

18:10 Le agevolazioni fiscali e i Fondi Europei Andrea Ballancin - Università Piemonte Orientale

18:20 SME Instrument di Horizon 2020 - Novareckon spin-off Direttore Cristian Violi - Università Piemonte Orientale

18:40 Contributi ed agevolazioni in innovazione, ricerca e sviluppo: un affare anche per i “piccoli”? Maurizio Cerutti Ufficio Credito Confartigianato area Novara

18:50 Le agevolazioni per le imprese per l’assunzione di personale specializzato – Andrea Favergiotti responsabile Confartigianato sede di Borgomanero. Gabriele Tofi settore paghe Confartigianato sede di Borgomanero

19:00 Dibattito

19:30 Fine dei lavori

L’innovazione è destinata a cambiare la produzione. «Senza manifattura il paese muore. L’economia può ripartire solo dalla fabbrica. La chimera di una new economy basata solo sulla finanza e sui servizi è fallita». Oltre al rientro dei cervelli, il sistema Italia dovrebbe supportare anche il rientro delle imprese: parliamo di reshoring, (fenomeno limitato ma emergente nel panorama produttivo del paese) ossia di un ritorno in patria dopo il boom della delocalizzazione degli stabilimenti produttivi all’estero. In diversi studi e ricerche, ci sono spunti interessanti in relazione ai motivi per cui le imprese ritornano: chi aveva delocalizzato per risparmiare sui costi di produzione (86%) e lavoro (75%), ora torna per poter controllare meglio la qualità (30%), essere più vicini ai centri di ricerca e sviluppo italiani (25%), risparmiare sulla logistica (22,2%). Altro trend importante per la competitività è l’innovazione. Le aziende protagoniste del reshoring sono anche quelle che più investono in innovazione, tecnologie, nuovi modelli organizzativi. Oggi il 90% dei processi è supportato dall’ICT. Il futuro, l’Industria 4.0, prevede sistemi di fabbricazione in cui prodotti intelligenti utilizzano sensori per fornire istruzioni di lavorazione alle apparecchiature di produzione. Software, processori miniaturizzati, sensori e trasmettitori, prodotti e macchine che comunicano in wireless attraverso l’IoT (Internet of thinks), internet delle cose. In questo contesto, a fare la differenza in azienda saranno le specializzazioni e le competenze. Di questi argomenti, del piano varato dal Governo per l’industria 4.0, delle opportunità di finanziamento per le imprese, ne parleremo insieme a Università, Poli di Innovazione, spin-off universitari e funzionari Confartigianato perché queste sfide si possono cogliere solo con una grande squadra.

La partecipazione è libera e gratuita previa compilazione della scheda allegata.


Torna all'elenco