Vai al contenuto principale
21 Novembre 2016

Bonifica Pieve Vergonte incontro Rappresentanti Syndial e Eni in CCIAA VCO

Si è tenuto nei giorni scorsi l’incontro in CCIAA VCO con i rappresentanti di Eni s.p.a. e della società Syndyal spa (società del gruppo Eni che si occupa della gestione delle bonifiche) per fare il punto della situazione sullo stato di avanzamento lavori della Bonifica di Pieve Vergonte (VB).

Ricordiamo che la bonifica del sito chimico di Pieve Vergonte, che produceva anche l'insetticida Ddt, si rese necessaria dopo la fuoriuscita, nel '96, di sostanze inquinanti nel fiume Toce e nel Lago Maggiore determinando importanti danni ambientali al territorio a tal punto di provocare anche la chiusura dello stabilimento.

L’Eni ha in carico dal Governo la gestione della Bonifica e il progetto iniziato nel 1996 terminerà nel 2028.

Dal 1996 al 2014 sono stati spesi 90 mln di euro per la messa in sicurezza dell’area. Dal 2014 al 2015 11 mln di euro per le progettazioni esecutive e gestione TAF (impianto di Trattamento Acque di Falda) e risanamento falda. Dal 2016 al 2028 inizia il vero e proprio intervento di bonifica per un totale di 160 mln di euro che saranno spesi sul nostro territorio in questo terzo periodo.

Tra il 2016 e il 2017 saranno realizzate principalmente le seguenti opere:

Realizzazione e deposito preliminare e bonifica area TAF; ampliamento impianto TAF; Deviazione torrente Marmazza; Monitoraggio ambientale; Opera di difesa spondale fiume Toce (Vogogna); adeguamento Cabina elettrica per alimentazione Impianti dedicati alla bonifica.

Poiché le società che hanno partecipato alle gare hanno dichiarato di avvalersi anche di imprese del territorio del VCO attribuendosi così anche i punteggi previsti per il Local content (il 30% del punteggio complessivo dell’offerta economicamente più vantaggiosa era ponderato anche sull’entità di lavori che verranno fatti svolgere alle imprese del territorio), da questo anno fino al 2028 si aprono importanti opportunità per le imprese mediamente strutturate del VCO.

I settori di interesse sono: lavori edili (costruzioni, movimento terra, fornitura macchinari-attrezzature e loro manutenzioni), impiantistici (elettrici e carpenteria industriale), logistici e di trasporto.

Tutte le imprese del VCO, iscritte nel registro imprese almeno sei mesi prima della gara, strutturate e appartenenti a questi settori, sono invitate a inviare una mail con posta certificata a: cciaa@vb.legalmail.camcom.it per comunicare il loro interesse/disponibilità ad essere contattate dalle aziende aggiudicatrici la gara di Bonifica e per offrire le loro prestazioni.


Torna all'elenco