Vai al contenuto principale

Statuto Titolo VI

DISPOSIZIONI TRANSITORIE E FINALI

Articolo 22

In conseguenza della fusione con l'Associazione Artigiani dell' Ossola, divengono parti integranti dello Statuto le seguenti norme specifiche, a tutela della peculiarità della Zona Ossola:
1 - Sono organi della zona specifica, ove ha operato l'Associazione Artigiani dell'Ossola, i cui confini saranno esattamente individuati dalla Giunta Sindacale dell'Associazione unificata:
Assemblea Generale degli Associati di Zona;
Consiglio Direttivo di Zona;
Consiglio di Presidenza di Zona;
Presidente di Zona.
Tali organi avranno la funzione di interpretare, raccogliere e rappresentare, in seno all'Associazione, le esigenze e le particolari problematiche connesse o derivanti dalla storia, dalla dislocazione, dalla struttura orografica del territorio della Zona Ossola.
Delle stesse sarà portavoce il Presidente di Zona attraverso la sua partecipazione di diritto alla Giunta Sindacale dell'Associazione.
2 - L'Assemblea Generale è costituita da tutti gli Associati di Zona. E' convocata dal Presidente di Zona una volta l'anno entro il mese di Aprile e tutte le volte che il Presidente di Zona, sentito il Consiglio Direttivo, ne riterrà la necessità per tutelare gli interessi degli aderenti o quanto sarà richiesto da almeno un terzo dei componenti del Consiglio Direttivo di Zona o da un decimo degli associati della Zona Ossola.
L'Assemblea è convocata mediante avviso sul notiziario dell'Associazione inviato ai soci della Zona, o su periodici di informazione locale, o mediante lettera.
L'Assemblea Generale:
esamina ed approva la relazione annuale del Presidente sull'andamento generale della Zona;
delibera su tutte le altre questioni che siano poste all'ordine del giorno.
Un mese prima della votazione quadriennale per la nomina del Consiglio Direttivo ogni socio della Zona può presentare la propria candidatura per iscritto. Ogni associato in regola con il versamento della quota associativa annuale ha diritto ad un solo voto.
Le adunanze dell'Assemblea Generale sono valide in prima convocazione quando siano presenti almeno la metà degli associati ed in seconda convocazione, da tenersi un'ora dopo la prima, qualunque sia il numero degli associati presenti.
Le deliberazioni sono prese a maggioranza di voti.
3 - Il Consiglio Direttivo di Zona è composta da quindici consiglieri eletti dai soci della Zona convocati in Assemblea. Essi durano in carica quattro anni e sono rieleggibili per un ulteriore mandato.
Il Consiglio Direttivo si riunisce ogni due mesi ed in via straordinaria quando il Presidente lo ritenga opportuno o quando ne sia fatta richiesta da almeno un terzo dei suoi componenti.
Ciascun Consigliere dispone di un voto. Le deliberazioni sono prese a maggioranza di voti: in caso di parità di voti prevale il voto del Presidente.
Al Consiglio partecipa il Direttore che ha diritto di parere consultivo.
Spetta al Consiglio Direttivo:

  • nominare nel proprio seno il Presidente ed i due Vice-Presidenti di Zona, che durano nelle rispettive cariche quattro anni e sono rieleggibili per un ulteriore mandato. La votazione deve avvenire per scrutinio segreto.
    I Consiglieri riconosceranno di essere dimissionari dopo tre assenze consecutive non giustificate alle riunioni del Consiglio. L'Assemblea provvederà alla relativa sostituzione alla prima riunione;
  • proporre per l'approvazione da parte della Giunta Sindacale della Confartigianato Novara Verbano Cusio Ossola la nomina dei rappresentanti di Zona in tutti gli enti, consigli ed organismi di zona presso i quali siano comunque trattati problemi ed interessi dell'artigianato;
  • proporre il conferimento di attestati di benemerenza, l'istituzione di premi;
  • sollecitare le candidature dei soci della Zona da sottoporre alle Assemblee di categoria. Non possono essere eletti alle cariche sociali coloro che risultino essere iscritti ad altra associazione sindacale di categoria che abbia gli stessi scopi della "Confartigianato Novara Verbano Cusio Ossola".

4 - Il Consiglio di Presidenza di Zona è formato dal Presidente, dai due Vice-Presidenti e dal Direttore. Il Consiglio di Presidenza concorre allo studio od alla attuazione delle deliberazioni assunte dal Consiglio Direttivo. Il Consiglio di Presidenza si riunisce ogni qualvolta ne chieda la convocazione uno dei membri.
Le sue deliberazioni sono valide se prese col voto favorevole della maggioranza dei suoi membri.
5 - Il Presidente di Zona cura l'osservanza del presente regolamento di Zona. E' di diritto Presidente dell'Assemblea di Zona, del Consiglio Direttivo e del Consiglio di Presidenza di Zona. In caso di assenza o di impedimento è sostituito dal Vice-Presidente più anziano in carica.

Articolo 23

Le eventuali modifiche al presente Statuto sono deliberate dall'Assemblea Generale convocata ai sensi dell'art. 13.

Articolo 24

Lo scioglimento dell'Associazione potrà essere deliberato dall'Assemblea Generale in convocazione straordinaria, con la maggioranza dei due terzi dei voti dei presenti. In caso di scioglimento l'Assemblea Generale Straordinaria provvederà alla nomina di un Collegio liquidatore formato da tre membri e ne ratificherà l'operato a maggioranza assoluta di voti. L'eventuale residuo netto verrà destinato a fini di pubblica utilità, da stabilirsi dalla Giunta Sindacale nell'interesse della Categoria degli Artigiani delle Province di Novara e del Verbano Cusio Ossola, sentito l'organismo di controllo di cui all'art. 3, comma 190, della Legge 23 dicembre 1996, e salvo diversa destinazione imposta dalla legge.

Articolo 25

Per quanto non previsto dal presente Statuto si applicano le norme del Codice Civile.